Diceva Mark Twain, "E' più facile ingannare la gente piuttosto che convincerla di essere stata ingannata"
Omero è una continua fonte di frustrazione per gli archeologi, per i filologi e tutti i commentatori... centinaia di pagine con migliaia di nomi, eventi, riferimenti, località ecc. che però finiscono con il confondere le idee anziché aiutarci a chiarirle. Ma se invece la soluzione fosse diversa da quelle faticosamente elaborate nei secoli dai letterati? Perché Omero continuava a lodare l'arte dell'inganno? Perché dormiva... o perché è lui che ha ingannato tutti per 3000 anni? E i miti sono soltanto delle belle favole oppure nascono da eventi reali di cui si comincia solo ora a intravvedere l'origine?

sito in inglese-english version
http://cunninghomer.blogspot.it/


mercoledì 7 ottobre 2020

OMERO ERA CIECO? MA NOOO!!!

 


Ma Omero era cieco?NOOOO!!! In effetti, la perfezione e la vivacità nella narrazione di molte scene, come pure la precisione anatomica messa in mostra nella descrizione delle ferite, fanno dubitare alquanto della sua cecità. Nel suo saggio "La cultura greca e le origini del pensiero europeo", il filologo Bruno Snell evidenzia come «Omero usa per esempio una grande quantità di verbi che descrivono l’atto di vedere: ὁρᾶν, ἰδεῖν, λεύσσειν, ἀθρεῖν, θεᾶσθαι, σκέπτεσθαι, ὄσσεσθαι, δενδίλλειν, δέρκεσθαι, παπταίνειν. Di questi parecchi sono caduti in disuso nel greco successivo, per lo meno nella prosa, vale a dire nella lingua viva […]. E a sostituirli troviamo soltanto due nuove parole dopo Omero». Non sto qui a riportarvi il significato preciso dei vari verbi, perché dovrei ricorrere spesso a lunghi giri di parole, e chi vuole può tranquillamente trovare la spiegazione completa su internet, comunque sarebbe davvero strano se una tale ricchezza lessicale per esprimere l'atto di vedere fosse usata da chi non vede. Ecco il link:  https://studiahumanitatispaideia.wordpress.com/2013/01/14/luomo-nella-concezione-di-omero/


Tutto quello che leggete in questo sito (e molto di più) si trova nella nuova edizione del libro che potete prenotare fin da ora a prezzo scontato qui  https://astutoomero.blogspot.com/2017/07/neomecenatismo.html 

 

Nessun commento:

Posta un commento